Home > Progetti > Kenya. Azienda idroponica Sekenani/Premio H. Giovani Imprenditori Africani

Nell’ambito della II edizione Premio Harambee per “Giovani imprenditori africani”.

Obiettivo del Premio:
Contribuire a promuovere le condizioni per i giovani africani di avviare una propria impresa, creando lavoro autonomo e nuovi posti di lavoro per altri giovani, dando risposte concrete alle diffuse conseguenze della disoccupazione giovanile come la criminalità o le migrazioni regionali o internazionali.

Partner: Strathmore University

Promotore del progetto selezionato: NGOTIEK BENSON.
L’impresa sarà gestita da un gruppo selezionato di laureati formati dal gruppo giovanile Sekenani, coordinato da N. Benson, nell’ambito del Sekenani envirotech hub supportato dalla Strathmore Business school.

Contesto:
Il Kenya è alle prese con una grave insicurezza alimentare, anche con la rapida crescita economica in corso (Global Hunger Index 2018, 77° su 119 paesi). Esistono inefficienze nei sistemi alimentari, nelle reti necessarie per produrre e trasformare il cibo e garantire che raggiunga i consumatori; questo porta a prezzi elevati e forniture di mercato insufficienti, limitando la disponibilità e l’accesso al cibo. L’area interessata dal progetto è quella di Sekenani, una cittadina rurale situata ai confini della riserva nazionale del Masai Mara. Il villaggio si affida al turismo e alla pastorizia come principale attività economica. C’è la necessità di creare opportunità per attività economiche alternative, considerando le difficoltà nel turismo e nella pastorizia, così come gli alti livelli di disoccupazione laureata nel villaggio. Il turismo è un’attività stagionale e ne beneficia principalmente l’industria dell’ospitalità piuttosto che la comunità locale, mentre la pastorizia è pesantemente messa alla prova dal cambiamento delle condizioni climatiche, in particolare dalla siccità. In mezzo a queste sfide, c’è un’opportunità per le imprese agricole, considerando il mercato locale creato da hotel, lodge, campeggi e individui della comunità. Le verdure e le erbe consumate a Sekenani e dintorni vengono trasportate fino a Nakuru e Bomet, a circa 200 km di distanza. Questo significa che i prodotti spesso non sono freschi quando arrivano nella località e i prezzi sono alti per coprire i costi di trasporto. La fattoria idroponica mira ad affrontare questa sfida producendo le verdure e le erbe in loco. Inoltre, Sekenani ha un gran numero di giovani diplomati che tornano al villaggio dopo la scuola e sono senza lavoro. Hanno la capacità di imparare ma non hanno l’opportunità di applicare le loro conoscenze e abilità. La fattoria offrirà formazione e lavoro a questi giovani.

Obiettivi e attività
Lo scopo di questo progetto è creare un’azienda agricola idroponica autosufficiente, a Sekenani, che produrrà verdure ed erbe da vendere nei villaggi locali, negli hotel e nei campeggi della Masai Mara e creerà occupazione, nonché opportunità di apprendimento per i giovani disoccupati della comunità locale. L’hub Sekenani environtech è ben collegato in rete nella regione, compresi gli hotel e i lodge. Il capitale sociale fornirà uno strumento per catturare il mercato esistente delle verdure e delle erbe.
A differenza dell’agricoltura convenzionale, le piante idroponiche sono facili da coltivare e mantenere perché l’ambiente è strettamente controllato e monitorato. Una fattoria idroponica garantisce livelli più alti di produttività usando uno spazio relativamente più piccolo. Considerando l’importanza di produrre del buon cibo all’ingrosso, il progetto avrà un vantaggio sui suoi concorrenti. Inoltre, il più grande vantaggio competitivo del business è la varietà e la qualità dei prodotti offerti. L’azienda produrrà cibo fresco, più sano e più gustoso per i clienti.

Contributo: 10.000 euro.